Il progetto


Silvia Geroldi, Giuseppe Braghiroli, Senza ricetta. Nella cucina di Marta, Bohem Press Italia

Pino Pace, Haiku in bicicletta, ed. Notes

Pino Pace, Un gatto nero in candeggina finì…, ed. Notes

 


IL PROGETTO

L’haiku è una antica forma di poesia giapponese.
Tre versi lievi e profondi che catturano attimi, stagioni, il vibrare di una consapevolezza.
E’ lecito chiedersi se abbia senso in occidente provare a comporre haiku limitandosi a replicare una forma, noi così lontani da quel mondo e da quel tipo di sensibilità.

Lo ha, secondo noi, se dell’haiku si prova a cogliere lo spirito leggero. Se si utilizza il pretesto formale del canone 5-7-5 sillabe per esercitarsi nella sintesi e nella capacità di vedere il minuscolo. Da parte nostra ci vuole molta ironia, molta voglia di giocare con le parole. Lasciamo ai poeti seri ogni tipo di riflessione, noi siamo quelli impegnati a contare sulle dita. Noi e i bambini di tutte le età che vorranno lasciarsi coinvolgere.

COME SI COMPONE UN HAIKU

primo verso: 5 sillabe
secondo verso: 7 sillabe
terzo verso: 5 sillabe 

Si inizia dall’osservazione, dai momenti di tutti i giorni, dal cogliere l’attimo. Scegliamo una parola che ci colpisce, ne contiamo le sillabe, ci giriamo un po’ intorno… e l’haiku è già composto! Ad essere rigorosi, l’haiku dovrebbe anche comprendere un riferimento alla stagione e una cesura, un piccolo rovesciamento di situazione… ma qui nessuno è intransigente e i nostri haiku sono spesso buffi, stortignaccoli e fanno ridere.

E prova e sillaba e sorridi, si inizia per gioco e non si smette più.

 

 

CHI SIAMO

Pino Pace
Silvia Geroldi 
 Viviana Violo
Anna Morchio

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

9 thoughts on “Il progetto

  1. Monica ha detto:

    quante cose mi sono persa in questi ultimi mesi, tra cui il piacere di leggere i blog altrui, scoprendo bellezze, senza dover per forza aver qualcosa da dire, ma solo per il piacere di “leggere & ascoltare”. Grazie di questo spazio, tornerò a farvi visita, in “silenzioso ascolto”.

  2. […] Nel workshop, dopo aver costruito un flexagono, impareremo a scrivere haiku e li “incastreremo” in quel supporto sfaccettato. L’insieme non sarà una pagina statica, non sarà un libro. Sarà però un testo strutturato e un po’ speciale. Un testo “giocato” in linea con lo spirito di un progetto che mi vede coinvolta: Haiku seduti sotto la luna. […]

  3. […] giovani lettori in numerosi incontri e li ha contagiati per altrettante briose creazioni poetiche https://haikusedutisottolaluna.wordpress.com/chi-siamo/ […]

  4. […] mi concede ben sei ore, suddivise in due pomeriggi, per leggere poesie, portare esempi e introdurre il gioco degli haiku in modalità diverse. Tempo. Nel programma ho infilato anche un percorso storico della poesia […]

  5. […] l’haiku più appropriato tra gli autori giapponesi, si arriva ai componimenti in italiano di Silvia e di Pino. E poi si scrive, operazione non forzata. Che il bambino abbia composto oppure no, porterà a casa […]

  6. 700. | ha detto:

    […] Chi siamo, il progetto […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: