645. Senza Ricetta in libreria a Crema: bimbi piccolissimi e bilingui italo-giapponesi

Senza ricetta sta piano piano raggiungendo le librerie. Io lo inseguo dove posso e lo leggo volentieri ad alta voce ai bambini, che si immedesimano nella piccola Marta creata da Giuseppe Braghiroli e mi aprono con generosità mondi, cucine e incanti.

Non potendo prevedere l’età dei partecipanti a queste letture seguite da laboratorio, metto a disposizione un semplice libretto a fisarmonica. Atmosfera, declinazioni e risultati cambiano ogni volta. Stupendomi sempre.

Di solito, i piccolissimi si buttano a capofitto nel disegno, che nella dimensione allungata del leporello diventa con naturalezza una piccola, articolata narrazione sequenziale. Il mio compito, allora, è sintetizzare la storia insieme a loro, incastrandola in un piccolo haiku fantastico. I genitori presenti vedono dunque un’applicazione pratica del libro: si gioca con il linguaggio, si catturano parole, si ascolta con più attenzione ponendosi dal punto di vista del bambino. E lo si fa anche attraverso il contatto fisico, giocando con il tatto, con le dita. E con la voce, con il ritmo, con la naturale propensione a scandire gli accenti.

Se i bimbi sanno già sillabare c’è chi si lancia spericolato e autonomo. La partenza è quasi sempre lenta, ma una volta acquisita la tecnica poi la composizione diventa irrefrenabile. E i libricini a fisarmonica preparati come scorta vengono portati a casa, per proseguire il gioco…

Haiku tradizionale o no? Il problema sembra non porsi alle persone di origine giapponese. Ho avuto l’onore di giocare con tre bimbe italogiapponesi. La più grande, di 11 anni, ha composto due haiku in lingua e li ha tradotti in italiano, sperimentando la difficoltà del passaggio da un mondo ad un altro. Interessante, no? Hanno acquistato il libro, chiedendo una dedica… per me un grande onore!

Non so se avrò sempre il tempo di condividere le immagini di questi piacevoli appuntamenti. Nel dubbio, pubblico in questo post le fotografie della prima presentazione in libreria, avvenuta al Viaggiatore Curioso di Crema. Ringrazio Serena Marangon per aver creato l’occasione e per le immagini.
Qui il calendario dei prossimi incontri.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

One thought on “645. Senza Ricetta in libreria a Crema: bimbi piccolissimi e bilingui italo-giapponesi

  1. sara ha detto:

    Complimenti! 😊
    I bimbi ci sorprendono sempre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: